Agosto 18, 2022

Procida Capitale italiana della Cultura 2022 – un anno di eventi

Una piccola isola che diventa regina. Procida spalanca per tutto l’anno i suoi porticcioli in qualità di Capitale italiana della Cultura. Una sfida affascinante per la più piccola e la meno esplorata delle tre “sorelle” del Golfo di Napoli, riservata e discreta ma non meno poetica di Capri e Ischia. Il palcoscenico stavolta è, però, tutto di Procida che affronta l’evento con uno slogan semplice ed efficace, che ha il valore di un manifesto: “La cultura non isola”.

Dopo il rinvio a causa del Covid dell’inaugurazione ufficiale in presenza, “Repubblica” lancia Procida Capitale assieme agli organizzatori in diretta web dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il prestigioso Mann che sarà tra i protagonisti della grande manifestazione internazionale. Dalla Sala della Meridiana, a partire dalle 16,30 di martedì 25 gennaio, gli interventi del direttore di “Repubblica” Maurizio Molinari e del direttore del Mann Paolo Giulierini introducono gli ospiti: il direttore di Procida Capitale della Cultura 2022 Agostino Riitano, e i vertici della Regione Campania che finanziano l’intero anno di programmazione; il sindaco di Napoli e della Città metropolitana Gaetano Manfredi; il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino; l’artista Peppe Barra, procidano doc; il rettore dell’università di Napoli Federico II, Matteo Lorito. Accanto a loro Conchita Sannino, inviata di “Repubblica”, e il responsabile della redazione di Napoli, Ottavio Ragone. Coordinamento web da Napoli Anna Laura De Rosa, fotografie di Riccardo Siano.