Agosto 18, 2022

a Napoli nuovo modo di vivere l’arte

Napoli è novità, in quanto sempre incline a proporre iniziative culturali e artistiche di grande impatto; o ancora, quel sublime intruglio di arte e folklore napoletano che è Spaccanapoli, nome di una strada che in realtà non esiste ma che è l’insieme di sette vie che formano una lunga ruga nel centro storico della città partenopea.  A Napoli la cultura è collettività, è fortemente legata a momenti di condivisione. La città partenopea declina l’arte in tutte le sue forme, è il luogo in cui il sapere perde la sua armatura elitaria, rendendo la cultura, tramite numerose iniziative, realmente accessibile a tutti. Mostra, inoltre, lo straordinario potere di abbattere attraverso semplici ma efficaci iniziative problematiche di ben ampio respiro, quali la criminalità organizzata.

Il culto della bellezza e della cultura nella città partenopea, non è finalizzato solamente alla contemplazione artistica, bensì diviene mezzo utile, se non fondamentale, ai fini di sviscerare ed abbattere l’omertà e la criminalità, dando luce a luoghi su cui l’opinione pubblica e le istituzioni avevano steso un velo buio di silenzio e disinteresse. A un anno di distanza dall’inaugurazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata in via Montesilvano, grazie alla collaborazione tra Opportunity ONLUS, che da anni si impegna nella riqualificazione di immobili confiscati alla Camorra trasformandoli in scuole e centri ricreativi, e l’azienda italiana produttrice di caffè Toraldo, dal 21 dicembre è possibile passeggiare per questa stradina eccezionalmente tutta improntata alla cultura, con una grandissima biblioteca pubblica all’aperto, mostre artistiche e fotografiche, il tutto contornato da un’illuminazione ecosostenibile. Napoli non ha bisogno di eroi, ma di persone ed aziende, che investano sui giovani e sulla cultura” dichiara Stefania Simonetti, delegata dell’azienda Toraldo.